Effetti collaterali e controindicazioni della creatina

Sebbene si è parlato molto delle controindicazioni della creatina, non ci sono studi che dimostrino in modo degno di fede la maggior parte degli effetti collaterali che le sono attribuiti. In questo capitolo vengono esaminati gli effetti collaterali negativi più comuni che sono stati attribuiti alla creatina e quanto vi è di vero in esso.


1- I supplementi con creatina potrebbero causare la soppressione della sintesi naturale.
Si è detto che durante il periodo di consumo di supplementi con creatina, la sua sintesi naturale diminuisce. In ogni caso, la sua produzione tornerebbe alla normalità dopo la conclusione della somministrazione della sostanza per via orale. Fino a data odierna non vi sono studi realizzati su persone o animali che dimostrino che potrebbe avvenire la soppressione della sintesi a lungo termine.

2- Potrebbe dare luogo a patologie renali.
Si sa che diete con alto grado di proteine (>3 g/kg/giorno) aumentano un sovra carico renale in pazienti con problemi renali. Ora, il consumo da 15 a 25 grammi/giorno di creatina aumenta il consumo proteico in 0.1 - 0.2 grammi/kg/giorno (tra 8 e 16 grammi di proteina al giorno per uno sportivo di 83 kg). Non che assumendo meno di 30 grammi/giorno di proteine si possano produrre problemi renali in persone che non manifestano queste problematiche.

3- Comparsa di crampi e stiramenti muscolari dovuti alla disidratazione e all’abbassamento di potassio ed elettroliti.
E’ stato suggerita una maggiore incidenza di crampi muscolari in allenamento ad alte temperature. Si basa ciò sul fatto che la creatina provocherebbe anche ritenzione idrica e/o squilibrio di elettroliti, fatto che potrebbe provocare crampi.
Tuttavia, non vi è alcun studio che dimostri la comparsa di crampi in relazione all’assunzione di supplementi di creatina, anche se la stragrande maggioranza degli studi furono realizzati con sportivi molto allenati e durante periodi di alta intensità.

4- Aumento di peso.
I supplementi di creatina provocano con frequenza un aumento di peso. È doveroso essere attenti in questo senso, perché l’incremento di peso non si deve confondere con un aumento della massa muscolare. La maggiore concentrazione di creatina all’interno della cellula potrebbe causare una corrente osmotica di acqua verso di essa, per cui, è possibile che il peso guadagnato si debba alla ritenzione di liquido e non all’aumento di massa muscolare.

5- Altri effetti a lungo termine quali la diminuzione della sua effettività.
Da 10 anni ormai un gran numero di atleti usa creatina per migliorare il proprio impegno atletico. Anche se sono necessari studi di lungo termine (si hanno studi di massimo due anni oggi giorno), non vi sono prove che gettino le basi per credere che i supplementi di creatina possano causare patologie a lungo termine se assunta nelle dosi raccomandate. Non si sono stati nemmeno diramati risultati che indichino che effettività della creatina diminuisca dopo un lungo periodo di somministrazione.

Dinanzi a un qualsiasi dubbio riguardo gli effetti collaterali, controindicazioni o patimenti specifici individuali, è raccomandabile farsi visitare dal medico curante, che potrà consigliarvi con maggiore acume e efficienza. Se si patisce di una qualsiasi malattia sarebbe prudente consultare il medico prima di iniziare ad assumere supplementi di creatina, poiché non disponendo di informazione certa si potrebbe giungere ad un inconsapevole danneggiamento dello stato di salute.

Conosci uno studio che metta in guardia da una possibile controindicazione o effetto collaterale o non conosciuto? Lascia un commento e sarà incluso nel prossimo aggiornamento.

analitycs